NAVIMODEL

 NAVIMODEL

Rappresentante Ufficiale per l'Italia della federazione Mondiale Naviga

Rappresentante Ufficiale per l'Italia di I.M.B.R.A

naviga

imbra

Atto Costitutivo

Atto Costitutivo / Statuto

STATUTO
Art. 1 - Denominazione
E' costituita l'Associazione senza scopo di lucro denominata:
"Associazione Modellistica Navale – NAVIMODEL - Federazione Nazionale Italiana".
L'Associazione, in prosieguo indicata come “NAVIMODEL" eretta a persona giuridica con D.P.R.
16/6/1959 n. 529, è aderente a NAVIGA (Federazione Mondiale di Modellismo Navale e
Navimodellismo Sportivo) da cui è riconosciuta quale unica rappresentante nazionale italiana.
La NAVIMODEL pertanto regola la propria attività in base alla Legge Regionale 1/08, alle
norme dello Statuto, al Regolamento di Attuazione (R. di A.) e ai Regolamenti Sportivi NAVIGA.
Art. 2 – Sede
La NAVIMODEL ha sede in Milano.
Art.3 - Scopi
La NAVIMODEL è sorta ed opera come associazione di persone fisiche, ma riconosce e tutela
anche le attività navimodellistiche espresse attraverso altre Associazioni/Gruppi/Enti.
Scopi della NAVIMODEL sono:
a) Assistere nei modi più opportuni tutti coloro i quali vogliono cimentarsi nella costruzione
di modelli navali di qualsiasi tipo.
b) Promuovere, coordinare, autorizzare e disciplinare l'attività modellistica navale in genere
e le manifestazioni di navimodellismo sportivo e competitivo a carattere nazionale ed
internazionale.
c) Promuovere, coordinare ed uniformare agli scopi sociali l'azione di tutti gli enti
interessati al modellismo navale.
d) Stabilire e mantenere relazioni con le federazioni estere, affiliate a NAVIGA, sia sotto
l'aspetto sportivo che sotto l'aspetto organizzativo e propagandistico.
e) Raccogliere e mettere a disposizione dei Soci, testi. studi, disegni e tutto quanto possa
essere d'ausilio ai Soci stessi per la costruzione dei modelli.
f) Dedicare la propria opera anche al restauro ed alla conservazione del materiale dei
Musei Navali.
Art. 4 - Soci e Associati
Possono essere iscritte tra i Soci della NAVIMODEL e contraddistinte da un n° di tessera
individuale le persone fisiche, sia che svolgano singolarmente una delle attività elencate
nell'articolo precedente, sia che semplicemente appartengano ad un’Associazione, Gruppo,
Ente che opera nel settore modellistico.
Vengono invece iscritte in un “REGISTRO STRUTTURE AFFILIATE” tutte quelle
Associazioni/Gruppi/Enti non politici e senza fini di lucro che operando in una delle attività sopra
citate sul territorio italiano provvedono ad iscrivere alla NAVIMODEL alcuni tra i loro aderenti
secondo le modalità descritte nel R. di A.
Le domande di ammissione devono essere presentate alla sede della NAVIMODEL
direttamente dagli interessati oppure tramite l’Associazione/Gruppo/Ente di appartenenza.
Le domande di ammissione sono esaminate dal Segretario Generale, che provvede a
trasmetterle alla Presidenza la quale, sentito il parere del Consiglio Direttivo Nazionale (CDN),
può confermarle o respingerle. Il Socio è ammesso con modalità non temporanee e per la
durata di un anno e, se del caso, presta la sua attività all’interno della NAVIMODEL a titolo
gratuito.
L'acquisizione e la conservazione della qualità di Socio sono subordinate al regolare pagamento
della quota di associazione.

Art. 5 – Categorie di Soci
I Soci sono classificati, come segue:
a) Soci Onorari
b) Soci Benemeriti
c) Soci Vitalizi
d) Soci Sostenitori
e) Soci Ordinari
f) Soci Allievi-Junior
g) Soci Simpatizzanti-Promozionali
In base all’attività svolta nell’ambito NAVIMODEL, ogni Socio viene definito come Socio
Aderente se si limita ad “aderire” alla NAVIMODEL pagando la relativa quota ed esercitando
solo attività di promozione, coordinamento, disciplina delle attività modellistiche, ricerca storica e
studio dei modelli; inoltre viene anche definito come Socio Sportivo se svolge le previste
attività “Sportive” e possiede la relativa tessera acquisita con il versamento di una quota
supplementare.
Il Socio Sportivo deve essere anche Socio Aderente.
L’inserimento del Socio nella categoria di appartenenza è di competenza della Presidenza.
Art. 6 – Qualifiche di Socio
▬ Sono Soci Onorari coloro che, per la loro condotta, per le loro opere e per speciali
benemerenze nel campo del navimodellismo, abbiano efficacemente contribuito allo sviluppo
del modellismo navale e/o della NAVIMODEL
▬ Sono Soci Benemeriti coloro che, praticando o meno il navimodellismo, concorrono con
lasciti e donazioni all’incremento del patrimonio della NAVIMODEL.
▬ Sono Soci Vitalizi coloro che provvedono a versare la quota stabilita per la categoria.
▬ Sono Soci Sostenitori coloro che versano una quota almeno doppia di quella fissata per i
Soci Ordinari.
▬ Sono Soci Ordinari coloro i quali pagano la quota stabilita per la categoria sia che si siano
iscritti singolarmente sia che siano stati “presentati”, nel numero previsto dal R. di A., da una
Associazione/Gruppo/Ente.
▬ Sono Soci Allievi-Junior coloro i quali, all’atto dell’iscrizione, non hanno ancora raggiunto la
maggiore età.
▬ Sono Soci Simpatizzanti Promozionali coloro che versano la quota annuale prevista per la
categoria sia che si siano iscritti singolarmente sia che siano stati “presentati“ da una
Associazione/Gruppo/Ente.
Nel REGISTRO STRUTTURE AFFILIATE vengono elencate con diversa qualifica, le
Associazioni/Gruppi/Enti che hanno provveduto a presentare domanda di affiliazione ed abbiano
tra i loro aderenti alcuni Soci Ordinari NAVIMODEL, in numero come di seguito indicato:
1) Associazioni/Gruppi/Enti Affiliati. Devono avere almeno n° 5 Soci Ordinari NAVIMODEL
2) Associazioni/Gruppi/Enti Simpatizzanti. Devono avere almeno n°1 Socio Ordinario
NAVIMODEL.
Art. 7 – Diritti del Socio
Tutti i Soci appartenenti alla medesima categoria hanno uguali diritti.
Tutti i Soci hanno diritto di partecipare a tutte le manifestazioni ed attività della NAVIMODEL.
La categoria di appartenenza è quella indicata nella scheda di iscrizione.
Ogni Socio, in conformità alla sua categoria, partecipa alle attività e alle manifestazioni sociali. I
diritti specifici delle singole categorie sono determinati dal R. di A. in armonia con le leggi vigenti
e con le norme internazionali previste dallo Statuto e dai Regolamenti Sportivi NAVIGA.
Ogni Socio viene informato sull’andamento delle attività federali attraverso la pubblicazione, con
frequenza periodica, di un Notiziario NAVIMODEL e con la gestione di un sito internet.

Art. 8 – Doveri del Socio
Il Socio si impegna:
a) ad osservare lo Statuto NAVIMODEL ed i regolamenti NAVIGA e NAVIMODEL
b) a versare, nei tempi e nei modi stabiliti dalla NAVIMODEL, le quote di associazione,
nonché ad ottemperare alle norme di attuazione emanate od emanante. Sono esonerati dal
versamento della quota di iscrizione annuale i Soci Onorari e i Soci Benemeriti ai quali
verrà consegnata una tessera speciale. Termini di mora e norme di decadenza dalla
qualifica di Socio sono stabiliti dal R. di A.
c) a devolvere le controversie tra Soci, direttamente connesse all'attività sportiva ed
organizzativa navimodellistica svoltasi nell’ambito NAVIMODEL, al Collegio dei Probiviri,
che decide senza formalità e come arbitro irrituale ed amichevole compositore, secondo la
procedura specificata dal R. di A.
Art. 9 - Recesso
II recesso dei Soci ed i motivi di esclusione sono regolati dall'art. 24 del Codice Civile; la
morosità del Socio sospende lo stesso da ogni diritto verso la NAVIMODEL; in ogni caso
l'associato resta vincolato verso la NAVIMODEL per gli obblighi che ha contratto verso la
stessa.
Il R. di A. stabilisce le eventuali sanzioni relative.
Art. 10 - Quote Sociali
Le quote sociali per le singole categorie sono definite nel R. di A. in base al bilancio preventivo
per il successivo esercizio.
Art. 11 – Organi Sociali
La NAVIMODEL agisce mediante i seguenti organi sociali:
▬ L'Assemblea Generale dei Soci
▬ Il Presidente
▬ I Vice Presidenti
▬ Il Segretario Generale
▬ II Consiglio Direttivo Nazionale (CDN)
▬ Il Collegio dei Probiviri
▬ Il Collegio dei Revisori dei Conti
La Presidenza è costituita dal Presidente, dai Vice Presidenti e dal Segretario Generale.
Il Presidente è il solo che abbia la rappresentanza giuridica dell'associazione e che possa
validamente impegnare la stessa.
Tutte le cariche sociali sono ricoperte a titolo gratuito; sono possibili gli eventuali rimborsi spese
preventivamente approvati.
Art. 12 – Assemblea Generale dei Soci
L'Assemblea Generale dei Soci viene convocata una volta all'anno ed agisce secondo le norme
di cui al Codice Civile.
L’Assemblea Generale dei Soci è convocata, con preavviso di 15 giorni, mediante
comunicazione scritta inviata ai Soci per posta tradizionale o per posta elettronica certificata, in
un luogo, anche al di fuori della sede NAVIMODEL, purché in Italia, e sarà valida in prima
convocazione se saranno presenti almeno la metà dei Soci più uno; in seconda convocazione
delibererà validamente con qualunque numero di Soci presenti.
Le delibere sono prese a maggioranza assoluta dei votanti, salvo per le delibere concernenti la
modifica dello Statuto, per le quali occorre la maggioranza di almeno 2/3 (due terzi) dei votanti.
L’Assemblea Generale dei Soci può essere altresì convocata ogni qualvolta il CDN ne ravvisi la
necessità o se almeno un quinto dei Soci ne faccia richiesta motivata e firmata. I Soci possono
esprimere il loro voto anche a mezzo posta oppure possono delegare altro Socio presente

All'Assemblea Generale dei Soci hanno diritto di partecipare tutti i Soci che siano in regola con
il pagamento delle quote sociali, ed hanno diritto di voto tutti quelli che alla data dell’Assemblea
stessa abbiano raggiunto la maggiore età.
È di competenza dell'Assemblea Generale dei Soci:
▬ la nomina del Consiglio Direttivo Nazionale (CDN)
▬ la nomina dei tre membri del Collegio dei Probiviri e, tra questi, del relativo Presidente
▬ l'approvazione del Bilancio preventivo e consuntivo
▬ le modifiche dello Statuto
▬ l’approvazione di ogni altro argomento proposto sia dal CDN che dai Soci ed iscritto
all'Ordine del Giorno.
Sono eleggibili tutti i Soci che, previa candidatura secondo le modalità del R. di A., sono in
regola con il pagamento delle quote sociali ed hanno raggiunto la maggiore età al momento
dell’assemblea.
Art. 13 – Consiglio Direttivo Nazionale (CDN)
Il Consiglio Direttivo Nazionale è l'organo esecutivo della NAVIMODEL ed è eletto
dall'Assemblea Generale dei Soci convocata in seduta ordinaria. Esso è composto da undici
membri. Dura in carica due anni e, solo per l'ordinaria amministrazione, sino all'elezione dei
successori; assume ed esercita i poteri previsti dallo Statuto, attua le decisioni dell’Assemblea
Generale dei Soci esercitando il potere esecutivo, avvalendosi, secondo necessità, delle
Commissioni Tecnico Sportive (CTS) e dei Delegati Regionali o Provinciali.
Spetta al CDN:
a) Approntare, modificare e aggiornare, quando necessario, il Regolamento di Attuazione
b) Fissare i piani dell’attività nazionale in relazione alle direttive dell’Assemblea Generale dei
Soci.
c) Espletare le funzioni allo stesso affidate dall’ Assemblea Generale dei Soci.
d) Emanare e modificare i Regolamenti Nazionali non sottratti alla sua competenza da
norme internazionali.
e) Formare i bilanci preventivi e consuntivi
f) Sottoporre annualmente il consuntivo e la relazione morale all’approvazione
dell’Assemblea Generale dei Soci
g) Nominare i componenti delle Commissioni Tecnico Sportive nonché i Delegati Regionali
o Provinciali
h) Deferire al Collegio dei Probiviri le questioni relative.
i) Approvare le domande di associazione
l) Attuare quant’altro previsto dai Regolamenti o resosi necessario in base alle vigenti leggi.
I verbali delle riunioni del CDN, delle Assemblee Generali dei Soci,delle CTS e quant’altro
riguarda la vita dell’associazione, vengono portati a conoscenza del Socio tramite la
pubblicazione sul “Notiziario” NAVIMODEL.
Art. 14 – Composizione del CDN
Fanno parte del CDN con voto deliberativo:
a) II Presidente
b) I Vice Presidenti
c) II Segretario Generale
d) I Consiglieri
Assistono al CDN con voto consultivo:
a) Il Presidente dei Probiviri
b) I Delegati Regionali
c) I Componenti le Commissioni Tecnico Sportive (CTS)

Art. 15- Periodicità del CDN
Le sedute consiliari sono fissate dal Presidente in quattro annuali; altre potranno essere
convocate su richiesta di tre membri componenti il CDN con voto deliberativo.
Per la validità delle deliberazioni occorre la presenza effettiva della maggioranza dei membri del
Consiglio, ed il voto favorevole della maggioranza dei presenti; in caso di parità prevale il voto
del Presidente.
Art. 16 – Rappresentanza della NAVIMODEL
II Presidente della NAVIMODEL è eletto dal CDN tra i membri del CDN stesso. Egli
rappresenta a tutti gli effetti la NAVIMODEL avendone la firma e la rappresentanza legale di
fronte ai terzi ed in giudizio.
Il Presidente convoca il CDN e l'Assemblea Generale dei Soci, che presiede, dirigendone i
lavori; sigla tutti i verbali (fatta eccezione per quelli dei Probiviri), firma i Regolamenti, le tessere,
le licenze sportive, i certificati ed i diplomi, secondo quanto previsto dal R. di A.
Il Presidente ha la facoltà di delegare temporaneamente tutti o parte dei suoi poteri agli altri
membri del CDN. In caso di temporanea assenza o di impedimento, il Presidente è sostituito da
quello dei Vice Presidenti più anziano di associazione o dal Consigliere più anziano di età.
Art. 17 – Collegio dei Probiviri
Il Collegio dei Probiviri è l'organo disciplinare della NAVIMODEL. E' composto da tre membri,
Soci Navimodel, di cui uno con funzioni di Presidente. La carica di Proboviro è incompatibile con
qualsiasi altra carica NAVIMODEL.
Art. 18 – Delegati Regionali o Provinciali
Per una migliore realizzazione degli scopi statutari ed al fine di meglio coordinare le attività di
tutti gli Associati nell'ambito regionale o provinciale il C.D.N., a suo giudizio, può nominare un
proprio Delegato, stabilendone la competenza territoriale e delineandone precisamente la sfera
di azione.
Il Delegato rappresenta il CDN nel limiti del mandato ad esso conferito.
Art. 19 – Commissioni Tecnico Sportive (CTS)
II CDN provvede a nominare, quando lo ritiene necessario, le CTS che funzionano da
consulenti nella Sezione per la quale vengono nominate. I componenti (almeno n° tre) delle CTS
sono scelti tra i Soci NAVIMODEL.
Esse hanno voto consultivo nelle sedute del CDN e sono rappresentate da un Capo Sezione
eletto dal CDN stesso.
Se il Capo Sezione è anche membro del CDN assume la carica di Vice Presidente
NAVIMODEL.
I componenti delle CTS non possono intrattenere nessun rapporto se non di natura
espressamente tecnica con Enti, privati o comunque organi esterni al CDN, senza preventiva
delega scritta del Presidente.
Le CTS hanno funzioni strettamente connesse con la direzione e la gestione operativa della
Sezione di loro competenza, gestione operativa per la quale possono proporre al CDN
modifiche, aggiornamenti e quant’altro possa servire a migliorare il funzionamento della Sezione
stessa.
Il CDN non può apportare modifiche, alle proposte delle CTS, se rientrano nell'ambito delle loro
competenze tecniche. Può solo approvarle o respingerle. In questo ultimo caso il motivo deve
essere comunicato al Capo Sezione.
La proposta potrà essere ripresentata tenendo conto delle motivazioni addotte dal CDN, e, se
venisse respinta una seconda volta, il Capo Sezione ha la facoltà di proporla all'Assemblea
Generale dei Soci per farla approvare a maggioranza dei votanti.

Art. 20 - Sezioni
Le Sezioni NAVIMODEL gestite dalle CTS sono 5 (cinque):
Sezione " C " Modelli statici Classe C-1-2-3-4-5-6-7.
Sezione " FSR " Modelli radiocomandati da regata FSR/V - FSR/H - FSR/O
Sezione " M " Modelli radiocomandati e non, riproduzioni naviganti FSR/E - F - A/B - F-6/7
Sezione “ NS ” Modelli Naviganti Radiocomandati
Sezione " S " Modelli a vela da regata.
Art. 21 - Proventi
I proventi della NAVIMODEL sono costituiti:
a) da eventuali contributi Statali e di Enti Pubblici;
b) dalle quote annuali di associazione e affiliazione;
c) dagli importi delle licenze, immatricolazioni e stazze;
d) da donazioni e liberalità di Privati, Associazioni/Gruppi/Enti;
e) dai depositi per ricorsi al CDN ed al Collegio dei Probiviri;
f) da qualsiasi altro provento occasionale derivante dalla propria attività.
Art. 22 - Patrimonio
II patrimonio della NAVIMODEL è costituito da beni immobili e mobili e dovrà risultare da un
registro apposito tenuto dal Segretario Generale e annualmente controllato e vistato dal Collegio
dei Revisori.
Saranno devolute a patrimonio quelle risorse che il CDN riterrà non necessarie ad una sana
gestione corrente atta al perseguimento degli scopi statutari. Annualmente il CDN provvederà a
dare notizia all’Assemblea Generale dei Soci degli sviluppi connessi alla consistenza
patrimoniale.
Art. 23 – Esercizio Finanziario
L'esercizio finanziario inizia il 1° Gennaio e si chiude al 31 Dicembre di ogni anno.
Art. 24 - Collegio dei Revisori
La gestione della NAVIMODEL è controllata da un Collegio di Revisori costituito da tre membri,
eletti ogni due anni dall'Assemblea Generale
I revisori possono essere sia Soci che non Soci.
I Revisori dovranno accertare la regolare tenuta della contabilità sociale, redigeranno una
relazione ai bilanci annuali, potranno accertare le consistenze patrimoniali e di cassa, e
potranno procedere in qualsiasi momento, anche individualmente, ad atti di ispezione e di
controllo.
Art.25 - Scioglimento
Lo scioglimento della NAVIMODEL è deliberato dall'Assemblea Generale dei Soci col voto
favorevole di almeno i tre quarti (75%) degli associati ai sensi dell’ Art. 21 c.c.
In caso di scioglimento della NAVIMODEL l’Assemblea Generale dei Soci delibera in ordine alla
devoluzione del patrimonio residuo a favore di associazioni senza scopo di lucro aventi finalità
analoghe a quelle NAVIMODEL
Art. 26 – Norma Conclusiva
Per tutto quanto qui non espressamente previsto si fa riferimento alle disposizioni di legge
vigenti in materia.
Revisione Gennaio 2011
Approvato dall’Assemblea Generale Nazionale Navimodel del 8 gennaio 2011

Leggi tutto: Atto Costitutivo

Statuto Sociale

Regolamento di Attuazione

REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE
Art. 1 - Delegati
Al fine di meglio coordinare le attività delle Strutture Affiliate, nell'ambito regionale e provinciale, il
Consiglio Direttivo Nazionale (CDN), a suo giudizio può nominare un suo Delegato, stabilendone la
competenza territoriale e delineandone i compiti.
Il Delegato rappresenta il CDN nel limiti del mandato ad esso conferito.
Art. 2 - Strutture Affiliate
Un’Associazione/Gruppo/Ente, non politico e senza fini di lucro, che intende iscriversi alla
NAVIMODEL, deve inoltrare domanda di affiliazione, tramite posta ordinaria od elettronica, alla
Sede di Milano e all’attenzione del Segretario Generale, il quale la inoltra al Capo della Sezione in
cui opera l’Associazione/Gruppo/Ente richiedente.
Il Capo Sezione, consultata la sua Commissione Tecnico Sportiva (CTS) e con parere favorevole
della stessa, presenta nella prima riunione del CDN la richiesta di affiliazione che, se viene
accettata, diventa operativa a far data dalla delibera del CDN stesso.
Ad ogni domanda dovranno essere allegati i seguenti documenti:
a) La richiesta di affiliazione
b) La domanda di ammissione personale di ogni Socio dell’Associazione/ Gruppo/Ente che
intende aderire alla NAVIMODEL come Socio Ordinario. Nel caso
l’Associazione/Gruppo/Ente abbia già tra i suoi iscritti Soci Ordinari NAVIMODEL è
sufficiente l’elenco dei soci che rappresenteranno in NAVIMODEL l’Associazione/
Gruppo/Ente richiedente .
c) Lo Statuto dell’Associazione/Gruppo/Ente
d) L’organigramma del Consiglio Direttivo dell’Associazione/Gruppo/Ente.
Le Associazioni/Gruppi/Enti affiliati vengono iscritti in un “REGISTRO STRUTTURE AFFILIATE”
con diversa qualifica, in funzione del numero dei loro aderenti iscritti come Soci Ordinari
NAVIMODEL e conservano la qualifica di Affiliate per tutto il periodo di permanenza fino a
comunicazione ufficiale di interruzione dell’affiliazione. Sarà considerato motivo di recesso dalla
qualifica di Struttura Affiliata il mancato rinnovo, entro i termini stabiliti, delle quote associative del
numero minimo di Soci Ordinari.
L’Associazione/Gruppo/Ente sceglie la qualifica con la quale intende affiliarsi alla NAVIMODEL.
Le qualifiche sono:
1) Associazioni/Gruppi/Enti Affiliati. Devono avere almeno 5 Soci Ordinari.
2) Associazioni/Gruppi/Enti Simpatizzanti. Devono avere almeno 1 Socio Ordinario.
Ogni Associazione/Gruppo/Ente sia Affiliato che Simpatizzante può avere un numero indefinito,
purché oltre il minimo previsto, di propri aderenti iscritti alla NAVIMODEL
Ogni Associazione/Gruppo/Ente sia Affiliato che Simpatizzante può organizzare i Campionati
Italiani e altre manifestazioni ufficiali Navimodel
Art. 3 - Norme Generali per tutte le Associazioni/Gruppi/Enti aderenti di ogni tipo
Le norme che regolano il rapporto tra Associazioni/Gruppi/Enti aderenti a NAVIMODEL sono le
seguenti:
1. L’Associazione/Gruppo/Ente è rappresentato in NAVIMODEL dal Suo Presidente o, in caso
d’impedimento, da un referente, che lo sostituisca qualora convocato, presso il CDN.
2. L’Associazione/Gruppo/Ente si impegna a non operare al di fuori dello Statuto NAVIMODEL e
dei Regolamenti NAVIMODEL e NAVIGA, e deve, inoltre, promuovere, favorire, organizzare il
modellismo navale secondo le finalità dello Statuto NAVIMODEL e in accordo con la Sede di
Milano.
3. L’Associazione/Gruppo/Ente si impegna a riscuotere le quote associative dei rinnovi individuali
NAVIMODEL e ad inviarle alla Sede di Milano entro il 30 Marzo di ogni anno, e comunque
sempre prima di eventuali Gare/Manifestazioni/Concorsi, in qualsiasi modo riferibili a
NAVIMODEL, ai quali si intenda partecipare.
4. Le nuove iscrizioni possono avvenire durante tutto l'anno.

5. Sono sempre a carico dell’Associazione/Gruppo/Ente le spese di gestione relative a
Gare/Manifestazioni/Concorsi organizzati in collaborazione o con la supervisione o sotto l’egida
NAVIMODEL.
6. Navimodel non è responsabile per iniziative che implicano responsabilità civili, penali e morali.
7. L’Associazione/Gruppo/Ente ha la possibilità di organizzare Gare, Manifestazioni, Concorsi e
qualsiasi attività modellistica a carattere Nazionale ed Internazionale, purché in preventivo
accordo con NAVIMODEL, nel rispetto delle regole NAVIMODEL e NAVIGA.
8. L’Associazione/Gruppo/Ente ha la facoltà di stabilire il calendario di Gare, Manifestazioni e
Concorsi nell'area di sua competenza, comunicandolo a NAVIMODEL all'inizio di ogni anno per
permettere la relativa divulgazione attraverso il calendario Ufficiale NAVIMODEL.
9. Le Associazioni/Gruppi/Enti possono richiedere la assegnazione di Gare e/o Concorsi di
Selezione e/o di Campionato, attenendosi alle norme NAVIMODEL vigenti, oppure stabilite dal
CDN
Art. 4 – Categorie di Soci
Possono essere iscritte tra i Soci della NAVIMODEL e contraddistinte da un n° di tessera
individuale le persone fisiche, sia che svolgano singolarmente attività modellistica navale, sia che
semplicemente appartengano ad un’Associazione/Gruppo/Ente che opera nel settore.
Le domande di ammissione devono essere presentate alla sede della NAVIMODEL direttamente
dagli interessati oppure tramite l’Associazione/Gruppo/Ente di appartenenza.
Le domande di ammissione devono pervenire tramite posta ordinaria o posta elettronica al
Segretario Generale, che provvede a trasmetterle alla Presidenza la quale, sentito prima il parere
delle CTS, le sottopone, in caso di giudizio positivo, alla ratifica del CDN, che può confermarle o
respingerle.
Il Socio è ammesso con modalità non temporanee per la durata di 1 anno.
L'acquisizione e la conservazione della qualità di Socio sono subordinate al regolare pagamento
della quota di associazione; l’entità delle quote associative viene stabilita dal CDN nella prima
riunione di ogni anno.
I Soci sono classificati, come segue:
a) Soci Onorari
b) Soci Benemeriti
c) Soci Vitalizi
d) Soci Sostenitori
e) Soci Ordinari
f) Soci Allievi-Junior
In base all’attività svolta nell’ambito NAVIMODEL, ogni Socio viene definito come Socio Aderente
se si limita ad “aderire” alla NAVIMODEL pagando la relativa quota ed esercitando solo attività di
promozione, coordinamento, disciplina delle attività modellistiche, ricerca storica e studio dei
modelli; inoltre viene anche definito come Socio Sportivo se svolge le previste attività “Sportive” e
possiede la relativa tessera acquisita con il versamento di una quota supplementare.
Il Socio Sportivo deve essere anche Socio Aderente.
L’inserimento del socio nella categoria di appartenenza, è di competenza della Presidenza.
Art. 5 - Qualifiche di Socio
La qualifica di Socio NAVIMODEL deriva dalla tipologia del rapporto instauratosi tra la persona
fisica e NAVIMODEL, secondo lo schema seguente:
a) Sono Soci Onorari coloro che, per la loro condotta, per le loro opere e per speciali
benemerenze nel campo del navimodellismo, abbiano efficacemente contribuito allo sviluppo
del modellismo navale e/o della NAVIMODEL.
b) Sono Soci Benemeriti coloro che, praticando o meno il navimodellismo, concorrono con lasciti
e donazioni all’incremento del patrimonio della NAVIMODEL.
c) Sono Soci Vitalizi coloro che provvedono a versare la quota stabilita per la categoria.
d) Sono Soci Sostenitori coloro che versano una quota almeno doppia di quella fissata per i Soci
Ordinari.

e) Sono Soci Ordinari coloro i quali pagano la quota stabilita per la categoria sia che si siano
iscritti singolarmente sia che siano stati presentati da una Associazione/Gruppo/Ente.
Partecipano a tutte le attività agonistiche federali sia ufficiali che promozionali.
f) Sono Soci Allievi-Junior coloro i quali alla “data dell’iscrizione” non hanno ancora raggiunto la
maggiore età. Per i rinnovi si intende per “data di iscrizione” il primo giorno dell’anno per il
quale viene fatto il rinnovo.
Art. 6 - Giudici e Giurie
Quando è previsto che vi siano, le persone che sovrintendono al corretto svolgimento di
Gare/Manifestazioni/Concorsi e che provvedono alla formulazione di giudizi e alla compilazione di
classifiche finali costituiscono la Giuria. I componenti delle Giurie sono i Giudici che, in base alla
loro qualificazione e alla loro esperienza, sono suddivisi in:
Giudici Internazionali: sono nominati da NAVIGA, secondo le modalità, da essa stabilite, su
proposta NAVIMODEL. Sono scelti dal CDN, tra i giudici nazionali idonei a tale compito.
I Giudici Internazionali si impegnano ad osservare le disposizioni ed i regolamenti di NAVIGA
relativi alla qualifica e la loro attività ufficiale sarà disposta di volta in volta dalla NAVIMODEL.
Giudici Nazionali: sono nominati da NAVIMODEL, a seguito di corsi di specializzazione. Sono
scelti tra i soci particolarmente idonei a tale compito.
L'idoneità consiste, oltre che nella qualità di indiscussa moralità e riservatezza, nella conoscenza
del regolamento NAVIGA e nel possedere una provata esperienza pratica diretta della specialità
modellistica nella quale il Giudice dovrà operare.
La nomina ufficiale a Giudice avverrà dopo un periodo di apprendistato costituito dalla
partecipazione, come allievo giudice, a tre Giurie in Gare/Manifestazioni/Concorsi ufficiali diversi
scelti da NAVIMODEL
In particolare per la Sezione “C” un Responsabile della Formazione nominato ogni volta dal CDN
esaminerà la preparazione tecnica e la conoscenza dei regolamenti NAVIMODEL/NAVIGA degli
allievi e in particolare valuterà attentamente la loro moralità e riservatezza, liberando così il
Presidente di Giuria da questo gravoso compito.
I Giudici, sia Nazionali che Internazionali, nell'espletamento delle loro funzioni dovranno
comportarsi con la massima serietà e obiettività, interpretando esclusivamente, il regolamento
NAVIGA.
Giudici Certificatori
I Giudici Certificatori Navimodel sono Giudici appositamente preparati per operare nell’attività
non ufficiale del settore navale organizzata dalle Associazioni Modellistiche nazionali non affiliate
a Navimodel.
Il compito di tali Giudici Federali non è di arbitrare manifestazione competitive ma certificare il
valore modellistico e la qualità dei modelli in esame, stabilire una graduatoria di valori attraverso
un normale e differenziato punteggio, le scelte per l’attribuzione dei premi vengono demandate
esclusivamente all’Associazione organizzatrice.
II Giudice, di ogni categoria, è designato a far parte della giuria solo dalla NAVIMODEL che terrà
conto, nella sua designazione, della residenza del giudice e di eventuali impedimenti di carattere
pratico, contingentale e logistico.
Art. 7 - Decadenza dalla Qualifica di Giudice
I Giudici, sia Internazionali, sia Nazionali che Certificatori, decadono automaticamente dalla loro
carica nei seguenti casi:
a) Cessazione della qualità di Socio NAVIMODEL (per qualsiasi motivo).
b) Per tre rifiuti consecutivi a fare parte di Giurie (salvo per motivati e giustificate ragioni);
c) Per uso della qualifica di Giudice al di fuori dei limiti consentiti e cioè in caso di partecipazione
in qualità di Giudice a Gare/Manifestazioni/Concorsi sia Nazionali che Internazionali, senza
l'autorizzazione o il benestare scritto della NAVIMODEL.

Per motivi promozionali, se per tempo e debitamente informata, NAVIMODEL può concedere
deroga scritta ai Giudici Nazionali ed Internazionali, per poter svolgere operazioni di giudizio in
manifestazioni di modellismo navale organizzate anche da Associazioni/Gruppi/Enti non affiliati.
Ai Giudici Nazionali o Internazionali è anche vietato, in tale veste, di apparire su organi di stampa,
in occasione di Gare/Manifestazioni/Concorsi non riconosciuti da NAVIMODEL o, comunque
senza l'assenso di NAVIMODEL. Qualora ciò avvenisse al di fuori della volontà del Giudice, deve
essere fatta rettificare, a cura del Giudice stesso, la notizia e/o il coinvolgimento involontario.
E’ altresì vietato, salvo benestare di NAVIMODEL, presenziare, con la divisa ed il distintivo di
Giudice NAVIMODEL, in Giuria non riconosciuta da NAVIMODEL.
La NAVIMODEL potrà revocare la qualifica di Giudice per fatti ritenuti gravi. Cosi pure potrà
reintegrarla, qualora lo ritenesse opportuno, dopo avere ascoltato le giustificazioni fatte pervenire
dall'interessato.
Art. 8 - Rimborsi e Diarie ai Giudici
Al Giudice, sia Nazionale che Internazionale e Certificatore, designato a Componente di Giuria
fuori della sua sede di residenza ma in territorio nazionale, saranno rimborsate le spese di
soggiorno a cura dell’Associazione/Gruppo/Ente organizzatore della manifestazione.
Il Giudice Internazionale, nelle manifestazioni internazionali, sarà soggetto al regolamento NAVIGA
anche per quanto riguarda rimborsi ed indennità.
Art. 9 - Giurie
Tutta l'attività modellistica avente quale finalità Gare/Manifestazioni/Concorsi che prevedano
l’assegnazione di titoli di Campione Nazionale e/o la selezione per la partecipazione a
squadre rappresentative nazionali per Campionati Europei o Mondiali, sarà omologata dalla
NAVIMODEL solo se dette Gare/Manifestazioni/Concorsi si saranno svolte con Giurie riconosciute
dalla NAVIMODEL.
Le Giurie sono costituite da NAVIMODEL, sia per le manifestazioni da essa stessa programmate
organizzate e gestite sia per quelle solo patrocinate.
Le giurie saranno costituite e funzioneranno secondo il regolamento NAVIGA.
Gli organizzatori delle manifestazioni dovranno preventivamente concordare con NAVIMODEL il
rimborso spese, le trasferte e/o le indennità per i Giudici.
Art. 10 - Collegio dei Probiviri
Può essere nominato Proboviro qualsiasi Socio che nel corso della attività sociale abbia dato
prova di rettitudine personale e correttezza sportiva.
I Probiviri sono eletti dalla Assemblea Generale dei Soci e rimangono in carica sino a quando la
loro rielezione non si renda necessaria per:
a) dimissioni spontanee di uno o più Probiviri
b) accertamento da parte del CDN circa il verificarsi di casi di incompatibilità o di conflitto di
interessi di uno o più membri del Collegio
Verificandosi i casi suddetti, in attesa della decisione della prossima Assemblea Generale dei Soci,
nel cui ordine del giorno dovrà essere inserita la ricomposizione del Collegio dei Probiviri , il
Presidente provvede a nominare i sostituti che restano in carica sino alla data di convocazione
della prossima Assemblea Generale dei Soci.
É competenza del Collegio dei Probiviri ogni questione che riguardi il comportamento dei soci nel
partecipare a Gare/Manifestazioni/Concorsi oppure nello svolgersi della vita sociale o nei rapporti
con altri soci.
I provvedimenti che il Collegio dei Probiviri può prendere nei confronti dei Soci sono i seguenti:
1) avvertimento
2) Censura
3) biasimo
4) sospensione
5) radiazione.
Tutti i provvedimenti decisi dal Collegio dei probiviri sono esecutivi e non impugnabili.
Art. 11 - Procedure Disciplinari

Ogni Socio può deferire un altro Socio al Collegio dei Probiviri per fatti che ritiene lesivi della
propria dignità o personalità o correttezza sportiva, purché verificatisi durante lo svolgimento di
attività modellistiche o comunque connesse al mondo modellistico. Il Socio che deferisce deve
darne comunicazione con lettera raccomandata A.R. al CDN.
Anche il CDN o lo stesso Presidente possono deferire al Collegio dei Probiviri il Socio che risulti
passibile di censura per comportamenti tenuti nello svolgimento di una qualsiasi attività
modellistica o comunque connessa al mondo modellistico, anche fuori dal territorio nazionale.
Il Presidente, per gravissimi motivi o qualora si verificassero fatti lesivi per la NAVIMODEL, può
provvedere a sospendere un Socio da tutte le sue prerogative con effetto immediato
Sia che si tratti di deferimento da parte di un Socio, sia che si tratti di deferimento o di sospensione
da parte del Presidente, il CDN deve essere convocato al più presto possibile, e comunque non
oltre 3 mesi dal deferimento/sospensione, al fine di esaminare i fatti e decidere se investire della
questione il Collegio dei Probiviri oppure se archiviare il tutto. Il CDN provvederà a comunicare al
Collegio dei Probiviri le proprie considerazioni sui fatti di cui si tratta.
Se il CDN decide di passare la questione al Collegio dei probiviri il CDN stesso dovrà provvedere
ad avvisare del deferimento, tramite raccomandata A.R., il Socio deferito
Il Collegio, esaminati gli atti in sede istruttoria, valutati i verbali, i rapporti di gara e qualsiasi altro
documento utile a meglio chiarire i fatti, se ritiene sufficientemente provata l'infrazione, in tempi
ragionevolmente brevi ma comunque non superiori a sessanta giorni, apre il giudizio di merito
notificando il provvedimento all'interessato a mezzo lettera raccomandata e fissando un’udienza
alla quale l'interessato possa intervenire portando le proprie ragioni e la documentazione ritenuta
utile..
Il Collegio dei Probiviri, al termine dell’esame emetterà un provvedimento fondato sui fatti
analizzati e sulle ragioni addotte dal Socio deferito. Tale provvedimento dovrà essere portato a
conoscenza del Socio interessato, nei quindici giorni successivi all’udienza, mediante notifica a
mezzo lettera raccomandata A.R..
Art. 12 - Commissioni Tecnico Sportive (CTS)
I Responsabili di Sezione dirigono l'attività della propria Classe di competenza e rappresentano il
CDN all'interno del singolo Settore. Pur restando nell'ambito della loro autonomia tecnica, seguono
le delibere del C.D.N. e rispettano lo Statuto.
Hanno il compito di redigere, migliorare, completare o variare le regole per le gare e/o i concorsi in
ambito Nazionale. Provvedono all'aggiornamento dei regolamenti in ragione dei cambiamenti
apportati da NAVIGA, provvedono alla relativa divulgazione a chi di competenza.
Rappresentano la NAVIMODEL (se preventivamente delegati dalla Presidenza) alle riunioni
tecniche di NAVIGA per le rispettive Classi.
Propongono al CDN Ia nomina di nuovi Giudici, ne garantiscono l’ idoneità al termine del periodo
di pratica, coordinano l'attività dei Giudici nelle varie manifestazioni.
Indicano al CDN modalità luoghi e condizioni per l'assegnazione di Gare/Manifestazioni/ Concorsi
che il CDN valuterà se deliberare.
Ogni Responsabile di Sezione curerà in collaborazione con il Segretario di Sezione e il Segretario
Generale la corrispondenza di propria competenza.
Il C.D.N. non può apportare modifiche alle proposte della CTS se queste rientrano nell'ambito delle
loro competenze tecniche. Può solo approvarle o respingerle. In questo ultimo caso il motivo deve
essere comunicato al Responsabile di Sezione. Se la proposta verrà ripresentata, e se venisse
respinta una seconda volta, la CTS ha la facoltà di proporla all'Assemblea Generale dei Soci per
farla approvare a maggioranza dei votanti.
Le CTS, approfondiscono e valutano tutte le proposte innovative scaturite a vario titolo dall’attività
competitiva o proposte dai soci e dopo adeguata formulazione le sottopongono al CDN per
l’approvazione.
Ogni proposta della CTS per diventare operativa deve essere approvata con delibera dal CDN.
Art. 13 - Tipologia, Composizione e Durata delle Commissioni Tecnico Sportive
Le CTS sono composte da un minimo di 3 persone, Soci NAVIMODEL, con le seguenti funzioni:
Responsabile di Sezione, Segretario di Sezione, Consigliere di Sezione

Il numero dei Consiglieri può aumentare in funzione dell’importanza dell’attività operativa svolta.
I Consiglieri della Sezione indicati dal Responsabile di Sezione hanno funzione di Commissari
Tecnici e vengono nominati dal C.D.N.
Le Sezioni NAVIMODEL gestite dalle C.T.S sono 5 (cinque)
1. Sezione " C " Modelli statici Classe C-1-2-3-4-5-6-7.
2. Sezione " FSR " Modelli radiocomandati da regata. FSR/V - FSR/H – FSR/O
3. Sezione " M " Modelli radiocomandati e non, riproduzioni naviganti FSR.E
4. Sezione “ NS ” Modelli Naviganti Radiocomandati
5. Sezione " S " Modelli a vela da regata.
Nel caso che i Responsabili di Sezione siano membri del CDN e siano nominati dallo stesso
assumono la carica di Vice Presidente NAVIMODEL.
In caso di impedimento, dimissioni, forza maggiore o di rinuncia all'incarico il Responsabile di
Sezione può essere sostituito dal CDN con un Socio anche esterno al Consiglio stesso.
II Presidente del CDN può, ad interim, sostituire il Responsabile di Sezione
Se il Responsabile di Sezione che è anche componente del CDN e quindi Vice Presidente
rinuncia all'incarico di Responsabile di Sezione senza dimettersi dal CDN resta in carica in qualità
di consigliere. In questo caso il CDN provvede a sostituirlo nella funzione di Responsabile di
Sezione.
II Responsabile di Sezione risponde al CDN ed ha potere decisionale nell'ambito delle sue
attribuzioni.
Il Responsabile di Sezione resta in carica contemporaneamente al CDN, e, in caso di proprie
dimissioni, per l'ordinaria amministrazione, fino alla sostituzione.
La Sede delle Commissioni Tecnico Sportive è presso la Sede NAVIMODEL di Milano essendo le
Sezioni parte integrante della struttura operativa NAVIMODEL.
Art. 14 - Rapporti Economici delle Commissioni Tecnico Sportive
All'inizio di ogni anno finanziario ad ogni singola Sezione viene assegnato un budget di spesa il
cui ammontare sarà stabilito, con giudizio insindacabile, dal CDN. Detta quota viene gestita con
piena autonomia dal Responsabile di Sezione in collaborazione con il Segretario di Sezione. Nel
corso di ogni CDN egli terrà informato il CDN stesso sulla situazione finanziaria della Sezione. A
fine anno il bilancio di Sezione dovrà risultare in pareggio. Eventuali residui attivi passano nel
bilancio NAVIMODEL tramite una scrittura di ritorno.
Con frequenza periodica di 3 mesi il Segretario di Sezione deve trasmettere al Segretario
Generale la registrazione delle spese con i relativi documenti giustificativi
I Responsabile di Sezione devono riferire del loro operato e della situazione economica della CTS
al CDN, alle Assemblee Generali dei Soci e in qualunque momento in cui il Presidente ne faccia
specifica richiesta..
Il Responsabile di Sezione e i Commissari non possono intrattenere nessun rapporto, se non di
natura espressamente tecnica, con Enti, Strutture o Privati esterni al CDN, senza specifica
delega del Presidente.
II materiale in uso ai Commissari Tecnici di Sezione, sia tecnico che amministrativo è di proprietà
NAVIMODEL e non può essere asportato dalla Sede se non dietro autorizzazione del Segretario
Generale.
Approvato dal C.D.N. della Navimodel durante la seduta del 26 11 2016

Leggi tutto: Statuto Sociale

Revisori

Revisori dei conti

Benedetto Albino

Businaro Edoardo

Gemelli Alberto

Probiviri

Collegio dei Probiviri

Della Noce Ivano

Magnanini Wilmer

Sagnotti Maurizio

Il Fondatore

Il Fondatore

IL NOSTRO FONDATORE

CAMPERIO FILIPPO

Navimodel, l’ odierna "Associazione Modellistica Navale – NAVIMODEL - Federazione Nazionale Italiana" compie 70 anni: è stata fondata infatti nel 1942 da un gruppo di soci della Lega Navale Italiana sezione di Milano sotto la guida dell’allora Presidente Ammiraglio Filippo Camperio detto anche Pippo. A questo gruppo di modellisti ed appassionati di vita e cultura marinara, che gravitavano attorno al costituendo Museo della Scienza e della Tecnica in via San Vittore a Milano, appartenevano anche Orazio Curti e Gugliemo Stobbia che diverranno Presidenti di Navimodel in anni successivi L’Associazione neo costituita a quei tempi si chiamava “Associazione Modellistica Marinara Milanese Navimodel” e il primo Presidente fù proprio il suo fondatore, l’Ammiraglio Camperio

Chi volesse approfondire la conoscenza di questo storico personaggio della cultura navale italiana clicchi qui sotto.

Camperio Filippo(Milano 1873 novembre 27 - Villasanta 1945 aprile 21)

Leggi tutto: Il Fondatore

© Navimodel.
All rights reserved.

Contatti - E-mail:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Codice Fiscale:
09701264153
 

Social media
 

Affiliazioni

NAVIGA

iMBRA